Panorama di Pola. Maps. Attrazioni. Foto. Videos.

 [+]
Descrizione  panorama

Pola

POI: 44.866667, 13.850000
Pola (in croato Pula, in istroveneto Poła, in istrioto Puola, in sloveno Pulj, in tedesco Pola) è una città della Croazia di 57 765 abitanti (al censimento del 2011), la maggiore dell'Istria nonché suo capoluogo storico. Pola è un importante centro portuale. Tra le attività industriali prevalenti vi sono l'industria alimentare, i cantieri navali e i cementifici. Il monumento più importante è l'Arena, che funge anche da simbolo per la città ed è tra gli anfiteatri antichi di età romana meglio conservati. Pola è sede vescovile con la Diocesi di Parenzo e Pola, suffraganea dell'Arcidiocesi di Fiume. La città si estende su sette colli come Roma: Castello, Zaro, San Michel, Castagner, Monte Ghiro, San Martin, Monte Paradiso.
Storia
Istri, Romani, Ostrogoti, Bizantini
Sorta forse su un antico castelliere, si sviluppò in età romana (I secolo a.C.) succedendo all'antica Nesactium, massimo centro degli Istri, situata a una decina di km dall'attuale abitato. Pola fu città fiorente, dotata di prestigiose strutture urbane (fra cui un ampio foro, un arco trionfale, un anfiteatro e due teatri) e ornata di templi a cui si aggiunsero, nei primi secoli dell'era volgare, alcune basiliche cristiane. Numerose epigrafi latine testimoniano la presenza romana e ci offrono un'idea della prosperità raggiunta da questo centro nell'antichità. Sconvolta dalle invasioni barbariche (V secolo), la città entrò, successivamente, nell'orbita dell'Impero Romano d'Oriente (VI secolo).
Nella Serenissima Repubblica di Venezia (1331-1797)
Sottoposta all'autorità del Patriarcato di Aquileia, nel 1177 si costituì in libero comune, anche se nell'ambito della sfera di influenza di Venezia cui doveva pagare un tributo annuale; ma solo nel 1331 entrò a far parte definitivamente della Serenissima Repubblica di Venezia e vi restò per quasi cinque secoli. Subì anche un terribile assedio da parte dei genovesi nel 1379. Venezia controllò Pola dal 1331 fino al suo tracollo nel 1797. Per la sua posizione strategica Pola fu utilizzata come porto intermedio tra l'Oriente e Venezia. Le galee veneziane provenienti dall'oriente scaricavano a Pola i loro cannoni per ridurre il pescaggio, in considerazione dei bassi fondali del Canal Grande a Venezia. Le galee veneziane nel tragitto inverso dirette in oriente andavano a Pola a caricare i cannoni.
Il periodo napoleonico (1797-1814)
Passò in seguito al Trattato di Campoformio all'Impero Austriaco dal 1797 al 1803. Nel 1803 Pola fu occupata dai Francesi; nel 1805, per decisione di Napoleone, Pola passò sotto il Regno Italico. Nel 1809 passò, assieme all'Istria, nelle Province Illiriche dell'Impero francese. Dopo la sconfitta di Napoleone ritornò sotto il dominio dell'Impero Austriaco.
Il periodo asburgico (1814-1918)
Dopo il Congresso di Vienna, Pola fu assegnata all'Impero Austriaco. Vero punto di svolta per la città furono gli eventi del 1848-49 e la cessione di Venezia all'Italia nel 1866. L'Austria-Ungheria, infatti, fece di...   ... (Italiano)
Pula - English -> Italiano  Deutsch -> Italiano  Français -> Italiano  Polska -> Italiano  Català -> Italiano  České -> Italiano  Lietuvos -> Italiano  Norske -> Italiano  Svenska -> Italiano  Danske -> Italiano  Suomalainen -> Italiano  
Pula (Kroatië) - Nederlandse -> Italiano  
Пула - Русский -> Italiano  Український -> Italiano  Српска -> Italiano  
Pula (Istria) - Español -> Italiano  
プーラ (クロアチア) - 日本語 -> Italiano  
Pula (Croácia) - Português -> Italiano  
Póla - Magyar -> Italiano  
普拉 - 简体中文 -> Italiano  
by Panoramio